Studiare le lingue aiuta il cervello? Ecco “English for Doctors 2” di BBC

21 novembre 2014

L’importanza dell’inglese al giorno d’oggi non è un mistero: dal mondo di internet a quello della scienza o quello della medicina, passando per le concrete possibilità di lavoro all’estero che molto spesso sono più vantaggiose di quelle offerte in patria. Ma da oggi, grazie alla scoperta pubblicata dal Sole 24 Ore, imparare una lingua non ha più soltanto lo scopo della ricerca di un lavoro.

Studiare un’altra lingua servirà per la salute. Sì, nessuna esagerazione. Certo non servirà per prevenire raffreddori, influenze o dolori reumatici, ma lo studio di una lingua aiuterà il cervello a diventare più forte. Senza contare che non c’è un limite temporale nel quale è circoscritto l’effetto, i benefici sembrano essere, infatti, vivi per tutte le età. Insomma, secondo gli studiosi imparare una nuova lingua modifica sia l’attività del cervello e sia la sua struttura. Il paragone più semplice, ma anche quello più chiaro, è quello fatto con l’attività fisica: “Come nell’esercizio fisico – spiega Ping Li, docente di psicologia, linguistica e scienze e tecnologie dell’informazione della Pennsylvania State University – tanto più vengono utilizzate aree specifiche del cervello, tanto più cresce e diventa più forte”.

L’esperimento, compiuto da Li e i suoi collaboratori, pubblicato sul Journal of Neurolinguistics, è stato effettuato su un campione di 39 individui. I soggetti, di madrelingua inglese e impegnati nello studio del cinese, sono stati monitorati attraverso la risonanza magnetica nucleare. Il risultato è che chi è riuscito ad imparare meglio la nuova lingua aveva già delle connessioni cerebrali forti e che si sono fortificate dopo lo studio del cinese. Non è escluso quindi che cimentarsi con altre lingue potrebbe aiutare ad invecchiare meglio.

BBC dalla sua ha prodotto il corso FAD English for Doctors 2, che permette di acquisire 50 crediti ECM per il conseguimento dei 150 crediti triennali e, magari, aiuterà a invecchiare meglio.

Il corso propone l’obiettivo di fornire ai discenti gli strumenti per l’apprendimento delle strutture grammaticali di livello avanzato, la memorizzazione e l’uso di terminologie idiomatiche, l’approfondimento di strutture linguistiche e l’esercitazione con il linguaggio scientifico inglese.

Per tutte le informazioni sul corso clicca qui