L’A.S. nella gestione dei problemi e della crisi

Il servizio sociale nella postmodernità: Temi, sfide, prospettive

Corso FAD per Assistenti Sociali

 

Sulla genesi del Progetto

Dall’inizio degli anni ’70, con l’istituzione delle Regioni a statuto ordinario e le grandi riforme che hanno ridisegnato l’assetto dello Stato e, quindi, dei servizi socio-sanitari, i concetti di formazione e formazione permanente si sono radicati nel linguaggio degli operatori e costituiscono un leitmotiv del lavoro sociale, di carattere professionale, ma progressivamente anche del volontariato e dell’associazionismo. Si tratta di concetti la cui fortuna è connessa a reali e profonde esigenze e riflette, in sostanza, l’accresciuta complessità del sociale che necessita costantemente di nuovi strumenti di lettura-conoscenza-analisi-intervento-gestione-cambiamento.

Anche la recente decisione del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali, di investire sulla “risorsa formazione” della propria comunità professionale, riflette queste finalità.

Le sfide della società postmoderna – in un’epoca di crisi (economica, finanziaria, dei modelli di Welfare, dei saperi e delle competenze capaci di stare al passo con la velocità dei processi sociali) – impone, d’altro canto anche di misurarsi con nuovi temi, utilizzando nel modo più efficaci le nuove tecnologie informatiche.

Da queste esigenze e per queste finalità prende le mosse il Progetto che si presenta, utilizzando – forse per la prima volta in Italia – la metodologia della Formazione a Distanza (FAD).

Finalità e contenuti del Corso

Il Corso si articolerà in un ciclo di lezioni, tenute da alcuni fra i più autorevoli esperti e studiosi del Servizio Sociale italiano, con l’intento di:

  • offrire un quadro dinamico del dibattito teorico-disciplinare in atto nella comunità professionale degli Assistenti Sociali e nel mondo scientifico alle soglie del Terzo Millennio;
  • proporre elementi di conoscenza sullo sviluppo degli approcci metodologici elaborati dal Servizio Sociale, nel più ampio scenario delle politiche sociali;
  • riflettere sui paradigmi e gli approcci emergenti nel contesto teorico e delle prassi operative del lavoro sociale professionale;
  • stimolare negli operatori sociali l’attitudine a riflettere criticamente sull’uso delle metodologie e delle tecniche utilizzate nel lavoro quotidiano, alla luce delle sfide della società postmoderna.

Docenti e temi

  • Antonio Nappi, Università di Bari, coordinatore del corso Introduzione al Progetto Formativo
  • Franca Dente, già docente Università di Napoli-Federico II e Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali Il Servizio Sociale nel Terzo Millennio fra crisi del Welfare e prospettive future
  • Silvia Fargion, Libera Università di Bolzano Il dibattito epistemologico nel Servizio Sociale
  • Lia Sanicola, Università di Parma L’intervento di rete nella prospettiva del welfare comunitario
  • Giuseppe Trevisi, Università Statale e Università Cattolica di Milano Cura e presa in carico nel Servizio Sociale
  • Luigi Colaianni, Università di Padova L’intervento sociale come processo dialogico. Introduzione al modello dialogico
  • Elena Spinelli, Università di Roma “La Sapienza” Globalizzazione, migrazione, Servizio Sociale
  • Ombretta Okely, assistente sociale libera professionista dall’86 Servizio Sociale e libera professione: saperi e competenze nelle sfide della postmodernità

Sono previste importanti riduzioni per gli appartenenti alle principali Associazioni Professionali e Società Scientifiche. Basterà selezionare dal menù a tendina l’Ente di appartenenza. 

L’ID del corso per la registrazione sul sito del Cnoas è: 460.

È fortemente consigliato l’utilizzo di Google Chrome per usufruire al meglio della piattaforma.